Studio Legale D'Amico Labbro Francia - Oria
Studio Legale D'Amico Labbro Francia - Oria
Studio Legale D'Amico & Labbro Francia - Oria.
Studio Legale D'Amico & Labbro Francia - Oria.

Contatti

Studio Legale

D'Amico & Labbro Francia 
Corso Umberto I 58
72024 ORIA (BRINDISI)

 

Orari di apertura

Dal Lunedì al Venerdì dalle 17,00 alle 20,00

Sabato su appuntamento

 

Telefono e fax 0831 847106

Cellulare 347 1952084

 

e-mail

contatti@damicolabbrofrancia.it

 

 

Consultate il nostro sito Internet, troverete tutte le informazioni sullo Studio Legale D'Amico & Labbro Francia, le attività e le specializzazioni

 

Feed RSS

25 aprile: l'Italia è libera da 73 anni (Wed, 25 Apr 2018)
Il 25 aprile di ogni anno ricorre l’anniversario della liberazione dell’Italia, proclamato festa nazionale della nostra Repubblica con...
>> Continua a leggere

Dolo eventuale e colpa cosciente: precisato il criterio distintivo (Tue, 24 Apr 2018)
Con due recenti pronunce la Cassazione torna ad occuparsi del mai risolto problema della distinzione tra colpa cosciente e dolo eventuale, affermando due...
>> Continua a leggere

È fedifrago il marito in cerca di incontri amorosi sul web (Tue, 24 Apr 2018)
La condotta del marito, intento alla ricerca di relazioni extraconiugali tramite internet, integra una violazione dell’obbligo di fedeltà ex art. 143 cod....
>> Continua a leggere

Ordinanza di assegnazione: non va eseguita come ordinario titolo esecutivo (Tue, 24 Apr 2018)
Dicevano i latini: repetita juvant. Anche se una pronuncia giudiziale non scaturisce mai dall'esigenza di confermare dei concetti o degli...
>> Continua a leggere

SENTENZE COMMISSIONI TRIBUTARIE

 

Equitalia. Nulle le cartelle di pagamento e gli avvisi di iscrizione di ipoteca notificati con raccomandata a.r. inviata dall’agente di riscossione.


Quando la notifica della cartella di pagamento non avvenga nelle mani del contribuente, ma con raccomandata a.r., quest’ultima deve essere inviata dai soggetti a ciò abilitati dalla legge: Ufficiali della riscossione; Agenti della Polizia Municipale; Messi Comunali, previa convenzione tra Comune e Concessionario; altri soggetti abilitati dal Concessionario nelle forme previste dalla legge.

E’ quanto affermano numerose recenti sentenze. Oggi il cittadino riceve la cartella di pagamento e gli avvisi di ipoteca con le classiche “buste bianche” stampate da Equitalia e poi da quest’ultima spedite attraverso la consegna a Poste Italiane.

Equitalia dovrebbe consegnare la cartella o l’avviso di ipoteca a uno degli ufficiali della riscossione e questi dovrebbe notificarla direttamente nelle mani al destinatario o consegnarla all’ufficio postale che a sua volta la consegna al contribuente.

Nel procedimento di notifica adottato da Equitalia, quindi, mancherebbe un passaggio tale da rendere inesistente ogni notifica, viziando il procedimento di pignoramento che ne è eventualmente conseguito.

(Commissione Provinciale Tributaria di Lecce, sentenza n. 436/02/10)

(download testo integrale della sentenza)

 

Conforme: Tribunale di Galatina, sentenza n. 204/2013; G.d.P. Torino sentenza n. 2922/2013; CTP di Parma sentenza n. 18 11.02.2013; CTP di Campobasso, sentenza n. 36 del 21.02.2013


Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© D'Amico & Labbro Francia Avvocati - Corso Umberto I n. 58 - 72024 ORIA (BR) - Partita IVA: 01965170747